top of page

La malattia dei grandi uomini




La malattia di Parkinson, una condizione neurodegenerativa che colpisce milioni di persone nel mondo, è spesso chiamata "la malattia dei grandi uomini". Questo perché molti personaggi famosi e influenti nella storia ne hanno sofferto o ne soffrono attualmente. Tra questi, ricordiamo:


  • Francisco Franco: Il dittatore spagnolo che ha governato la Spagna per decenni.

  • Franklin Delano Roosevelt: Il 32° presidente degli Stati Uniti, noto per aver guidato il paese durante la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale.

  • Adolf Hitler: Il leader della Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale.

  • Yasser Arafat: Il leader dell'Organizzazione per la Liberazione della Palestina.

  • Mao Zedong: Il rivoluzionario comunista cinese e fondatore della Repubblica Popolare Cinese.

  • Leonid Breznev: Il leader sovietico durante la Guerra Fredda.

  • Michael J. Fox: L'attore canadese-americano noto per i suoi ruoli in "Ritorno al futuro" e per la sua attiva campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per la ricerca sul Parkinson.

  • Giovanni Paolo II: Il Papa che ha guidato la Chiesa cattolica per oltre 26 anni.

  • Cassius Clay (Muhammad Ali): Il leggendario pugile americano, considerato uno dei più grandi nella storia della boxe.

  • Billy Graham: Il famoso evangelista americano che ha influenzato milioni di persone con i suoi sermoni.

  • Ozzy Osbourne: Il leggendario cantante dei Black Sabbath.

  • Neil Diamond: Il celebre cantante e compositore americano.

  • Alan Alda: L'attore noto per il suo ruolo in "MAS*H" e attivista per la sensibilizzazione sul Parkinson.

  • Ian Holm: L'attore britannico famoso per il ruolo di Bilbo Baggins ne "Il Signore degli Anelli".

  • Bob Hoskins: L'attore inglese noto per i suoi ruoli in "Chi ha incastrato Roger Rabbit" e "Hook".

  • Janet Reno: La prima donna a servire come Procuratore Generale degli Stati Uniti.

  • Freddie Roach: Il famoso allenatore di pugilato e ex pugile professionista.


Queste figure, attraverso le loro vite e carriere, hanno mostrato al mondo che la malattia di Parkinson non discrimina e può colpire chiunque, indipendentemente dalla fama o dal potere.


La lotta di alcuni di loro contro questa malattia ha contribuito a sensibilizzare l'opinione pubblica e a promuovere la ricerca e il supporto per i pazienti di tutto il mondo.


Restate forti e positivi!


Pazienti Parkinson Italia

22 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page